Qual è la corretta igiene intima dopo un rapporto sessuale?

Qual è la corretta igiene intima dopo un rapporto sessuale?

Quale è la corretta igiene intima dopo un rapporto sessuale? Perché è bene conoscere quali prodotti usare e come prendersi cura di sé? Una corretta igiene intima aiuta in primis a farci sentire meglio. Basterebbe questa spiegazione per spingere ciascuno di noi a seguire poche e semplici regole. Oltre a questo, però, ci sono altri motivi importanti. Quali?

  • Prevenire piccoli disturbi che potrebbero interessare l’apparato genitale e riproduttivo;
  • Aiutare e migliorare la vita di coppia.

Cosa fare dunque? I consigli da parte degli esperti sono davvero semplici e tutti possono seguirli senza problemi. Il concetto più importante e che tutti dovrebbero comprendere è che quando si fa riferimento alla corretta igiene intima non si parla solo delle modalità di lavaggio e pulizia. Si fa piuttosto riferimento a tutti quei comportamenti utili a prevenire l’insorgere di disturbi genitali. Fra di essi vi possono essere ad esempio: irritazioni, infiammazioni, vulvovaginite e cistiti. Prima e dopo un rapporto sessuale è bene prendersi cura del proprio corpo e lavarsi correttamente, ma per una sana vita di coppia occorre adottare anche qualche altro piccolo accorgimento.

I consigli utili per una corretta igiene intima

Per una corretta igiene intima, sia prima che dopo un rapporto sessuale, ma anche nella quotidianità, occorre sempre:

  1. lavarsi correttamente (come già detto questo consiglio diviene ancor più importante prima e dopo ogni rapporto sessuale);
  2. lavarsi seguendo un movimento che va dalla zona genitale a quella anale. Solo così si evita di spostare germi intestinali e portarli nella vagina;
  3. evitare di esagerare con detergenti intimi, saponi e lavande intime rischiando di alterare l’equilibrio vaginale;
  4. asciugare accuratamente senza sfregare. Nelle zone umide si possono annidare batteri che, poi, per via del clima umido, proliferano velocemente.

Durante i rapporti sessuali, oltretutto, occorre usare sempre il profilattico soprattutto se il partner sta seguendo una cura per una infezione.
Altri consigli utili? Per migliorare la propria igiene intima e il rapporto di coppia sarebbe anche bene, quotidianamente:

  1. evitare di indossare o limitare l’utilizzo di indumenti stretti;
  2. evitare o limitare l’utilizzo di tessuti sintetici

Quelle appena elencate sono regole semplici, anzi, piccoli accorgimenti che possono davvero migliorare il proprio stile di vita, ma soprattutto il benessere fisico.

Errori da evitare: ecco cosa non fare

Ci sono poi usi e costumi che sono diventati vere e proprie abitudini, che, a detta degli esperti, sono errori da non commettere più. Di cosa stiamo parlando?

Ogni donna dovrebbe sapere come comportarsi quando si depila le zone intime che sono anche quelle più sensibili e delicate ma soprattutto le più a rischio. In questi casi, infatti, è bene evitare di utilizzare creme depilatorie destinate a gambe e braccia, ma acquistarne di più specifiche ed evitare così di creare piccole abrasioni o follicoliti da batteri. Mai fidarsi di prodotti generici che si utilizzano in zone meno delicate e dove il rischio di incappare in qualche problema ha una percentuale estremamente bassa. Ogni prodotto deve essere scelto con estrema cura pensando soprattutto a come, quando e dove dovrà essere utilizzato.

Altro errore da evitare? Attendere di lavarsi una volta rientrati a casa e dunque evitare di prendersi subito cura della propria igiene intima. Se si è lontani da casa, dalle proprie comodità è comunque bene non attendere di rientrare, ma utilizzare immediatamente salviettine intime racchiuse in bustine monodose.

Migliorare il rapporto di coppia attraverso l’igiene intima

Come già sottolineato il rapporto di coppia migliora anche grazie una buona igiene intima. Le indicazioni generali sono quelle di:

  • lavarsi prima e dopo un rapporto sessuale;
  • utilizzare il preservativo per prevenire la trasmissione di malattie.

Il motivo? Solo così ogni rapporto risulterà ancora più appagante. In fin dei conti se ci si sente bene con sé stessi si è anche più disponibili a lasciarsi andare a tutte le sensazioni ed emozioni che si provano durante ogni rapporto. Al contrario, piccoli problemi, fastidi, dolori o bruciori possono, invece, rendere ogni esperienza sempre più faticosa e meno appagante spingendo a vivere una vita sessuale sempre meno attiva.
Altro concetto importante e spesso sottovalutato? Ogni cosa che entra in contatto con la vagina deve essere pulito. Per questo motivo è bene che anche il partner curi la propria igiene intima.

Come ci si deve comportare in caso di secchezza genitale? Come si può risolvere questo problema per non avvertire fastidio durante i rapporto o addirittura arrivare ad evitarli a causa del dolore che si avverte?

Sempre più medici consigliano di ricorrere a un lubrificante alla camomilla per risolvere il problema. Oltre a ciò si consiglia di lavarsi, prima e dopo ogni rapporto, utilizzando esclusivamente detergenti a base di: malva o tiglio oltre che camomilla. Si tratta di sostanze emollienti che dovrebbero aiutare a combattere la secchezza.

Quali prodotti usare per l’igiene intima

Ci sono prodotti consigliati per una corretta igiene intima? Ogni individuo è diverso dall’altro. Solo provando ciascuno di noi riesce a capire quale prodotto potrebbe far al caso proprio. Nonostante questo sarebbe bene prendere in considerazione detergenti delicati e specifici per le zone genitali. Meglio oltretutto prediligere quelli con pH intorno a 5, perché rispettano la normale acidità delle parti intime.

Ci sono però fasi della vita in cui si devono utilizzare detergenti con un diverso pH. Durante la pubertà, ad esempio, l’ambiente vaginale ha un pH tra 7 e 5 ovvero neutro e lievemente alcalino.

Il pH cambia anche durante il periodo mestruale. Proprio in quei giorni si consigliano soprattutto detergenti acidi ovvero con un pH intorno a 4.
Una donna in menopausa infine dovrebbe invece preferire prodotti arricchiti con estratti di hydrastis o malva. Occorrono infatti detergenti in grado di rinfrescare e lenire donando così un certo benessere. Sono questi i prodotti, infatti, che proprio in questo particolare momento della vita di una donna aiutano a combattere bruciori e irritazioni dovute a secchezza e perdita di elasticità dei tessuti.

Igiene intima in gravidanza: come comportarsi?

Proprio durante la gravidanza l’igiene intima richiede attenzioni particolari. Il motivo? A causa di piccole perdite bianche, non patologiche, occorrono cure maggiori per evitare che l’abbondanza di secrezioni favorisca la proliferazione di germi e batteri.
Ecco perché i medici consigliano sempre una accurata detersione locale anche attraverso l’utilizzo di un blando disinfettante.

altri articoli interessanti